FONDAZIONE LABÒ

Il Gruppo Giovani della Fondazione Labò

I “Giovani Urbanisti – Fondazione Labò” , che prendono oggi la denominazione di “Gruppo Giovani della Fondazione Labò“e confluiti all’interno dell’Osservatorio e Laboratorio per gli studi e progettazione architettonica e urbanistica Labo Urb, nascono dalla passione di un gruppo di giovani laureati in Pianificazione Urbanistica Territoriale e Ambientale provenienti da diverse Facoltà di Architettura Italiane e si propone di svolgere studi sugli insediamenti umani, con funzione di servizio e di ricerca sulle problematiche regionali in ordine agli aspetti urbanistici, architettonici, storici e sociali.

L’adozione della Lanterna di Genova

Il 1 luglio 2014 la Fondazione Mario e Giorgio Labò, con il supporto operativo dei Giovani Urbanisti, oggi denominati Gruppo Giovani della Fondazione Labò, grazie alla concessione del Comune di Genova, Municipio II Centro Ovest e Provincia di Genova che hanno accolto la proposta di adozione, è divenuta nuovo gestore del complesso monumentale della Lanterna di Genova, a titolo di volontariato, riuscendo ad evitarne l’imminente chiusura per gli ingenti tagli economici che hanno colpito la Provincia di Genova stessa e non solo. Già alcune settimane prima i Giovani Urbanisti stavano provvedendo ad opere di riqualificazione dell’area quali taglio di alberi e piante infestanti, riverniciatura degli elementi di arredo del museo, pulizia, etc…

Con l’adozione della Lanterna, del suo Museo e del suo Parco la Fondazione Labò si è fatta carico anche degli interventi necessari per il mantenimento nel decoro del verde, della pulizia, nonché delle spese necessarie a rendere nuovamente funzionante ed al mantenimento del museo multimediale, divenendo pertanto i primi sostenitori di questo monumento e faro unico nel mondo per la sua storia e caratteristica, ma soprattutto unico faro al mondo ad essere simbolo di una città e depositario di buona parte della Sua storia (la costruzione del basamento pare risalga addirittura al 1128), spettatrice silenziosa di tutti gli avvenimenti che in questi secoli hanno interessato Genova ed il suo Porto.

LANTERNA di Genova. Molto più di un faro!

La Lanterna è costantemente animata da un ricco programma di attività collaterali, eventi e laboratori per bambini ed è visitabile sabato, domenica e festivi dalle 14.30 alle 18.30, con visite guidate e altre attività su prenotazione.
Per quanto riguarda il numero di visitatori, l’anno 2016 si è chiuso con 18.617 visitatori alla Lanterna (dagli 8.000 degli anni precedenti), il 2017 con 18.353 visitatori, mentre il 2018 ha visto circa 16.000 visitatori, con un calo dovuto alla diminuzione dei flussi turistici che ha colpito la città a seguito della tragedia del crollo del Ponte Morandi e del maltempo su tutta la regione Liguria nell’ottobre 2018. Il primo semestre 2019 vede oltre 12.000 ingressi.

Sono oltre 100 i soci annuali dell’Associazione “Amici della Lanterna”.

Le attività didattiche offerte alle scuole hanno riscosso sempre più più adesioni. Nel 2018 sono stati circa 2.800 gli studenti che hanno visitato la Lanterna da tutte le parti d’Italia. Al primo semestre 2019 gli studenti e partecipanti alle attività didattiche sono stati 1569.

Nello specifico, più di 1000 persone hanno visitato la Lanterna nell’ambito dell’iniziativa Ti PORTO alla LANTERNA: appuntamento a cadenza mensile che, dal Porto Antico, conduce i visitatori al Faro, entrando così a pieno titolo tra gli itinerari turistici cittadini.

In termini di accessibilità, dalla primavera di quest’anno, l’Assessorato al Turismo del Comune di Genova, in collaborazione con l’Istituzione Mu.MA e AMT, ha attivato un servizio di trasporto pubblico che, una domenica al mese, porta gratuitamente i visitatori all’imbocco della passeggiata. Grazie ad una sponsorizzazione privata, la tracciatura di un percorso pedonale dal Galata Museo del Mare alla Lanterna è in corso di realizzazione, affiancata dalla distribuzione di mappe cartacee presso i principali punti informativi e turistici.

Sono stati altresì lanciati dagli Amici della Lanterna un nuovo sito internet e nuovo brand associato al monumento, progettata una soluzione per il miglioramento dell’accessibilità ai disabili, adottate strategie di wayfinding, realizzato un upgrade museale e, recentemente, grazie ai fondi della Compagnia di San Paolo, bando “I luoghi della cultura 2018”, è stato restaurato lo stemma di Genova dipinto sulla facciata nord della Lanterna.

Inoltre in questi anni, la Lanterna grazie a importanti partner come la Compagnia di San Paolo e Slam, ha visto l’efficientamento energetico di tutta l’illuminazione pubblica, monumentale e artistica del monumento. L’intervento più significativo è stato effettuato sulla torre che in occasione del 690° anniversario dal primo lume ad olio, da cui deriva il nome odierno di Lanterna, è stata dotata di un’illuminazione artistica che ha restituito il ruolo di dialogo con la città di Genova del faro, da sempre torre di segnalazione. Durante importanti ricorrenze UNESCO, infatti o delle Nazioni Unite, Nazionali o cause importanti per circa 70 appuntamenti all’anno si colora per sensibilizzare l’opinione pubblica o come promemoria cittadino e non solo.

Il calendario è online (la webcam e l’illuminazione artistica, poiché il monumento è soggetto a scariche atmosferiche, rimangono disattivi in caso di maltempo).

Il triennio 2019 – 2021 costituisce un momento molto significativo nella storia stessa della Lanterna, poiché da un lato, nel 2018, si è festeggiando l’890° anniversario della costruzione del Faro (secondo quanto riportato dalla maggior parte degli storici che identificano nel 1128 la data di costruzione), dall’altro perché nel 2021 ricorrerà il 110° anniversario della Gestione del servizio Fari e Segnalamenti Marittimi da parte della Marina Militare, istituzione a cui fa capo la funzione illuminante del Faro.

Attività di comunicazione e promozione
Gli Amici della Lanterna, nel 2015, hanno inaugurato il primo sito internet ufficiale della Lanterna di Genova denominato www.lanternadigenova.it. Nel contesto di questa corporate image del monumento, vengono abitualmente diffuse per la città decine di migliaia di volantini, depliant promozionali ed informativi.
A supporto della fruizione del bene, è disponibile la APP Lanterna di Genova, in corso di aggiornamento.
A potenziamento della funzionalità multimediale, è stato potenziato l’utilizzo dei beacon, un sistema di comunicazione con i visitatori, tramite pagine web dedicate (per approfondimenti sull’area monumentale, per la segnalazione di eventi, ecc.) e la rete Wi-Fi già presenti.

Con il crowdfunding promosso dall’Associazione Open Genova, il monumento è ora dotato del Free Wi- Fi, facendo rientrare la Lanterna tra gli unici 15 siti culturali su scala nazionale ad esserne dotata.
Numerosi sono gli eventi e le mostre volte ad animare, promuovere e valorizzare il faro più antico al Mondo ancora funzionante.

Tra quelli più partecipati vi sono: la rassegna del teatro itinerante di LUCI SUL FORTE, il Festival Getzmataz, il Concorso Canoro Nazionale di Voci Nuove per Bambini e Ragazzi dai 5 ai 15 anni, il Festival Zones Portuaires Genova.
Altri eventi culturali abitualmente organizzati consistono in: mostre d’arte contemporanea e fotografia, eventi privati, visite guidate su prenotazione, tutte importanti occasioni di visibilità, promozione e valorizzazione del complesso monumentale.

The Giovani Urbanisti- Labò Foundation

Since the 1st of July 2014, the group “Giovani Urbanisti – Fondazione Labò” has become the new manager of the monument Lanterna di Genova, and, as a volunteer, has worked towards avoiding the closure of the Lanterna deriving from large cuts of funding to the province of Genoa.
With the adoption of the Lanterna, of its park and museum, the association has taken charge of the maintenance of green areas, the cleaning, as well as the expenses to make the multimedia museum working. By doing so, the association has become the major supporter of this monument and lighthouse, which are unique in the world for their history and characteristics!
The association is interested in knowing if and for how long the management will be renewed, and if the supporting intentions of the Town of Genoa and the Port Authority will become a concrete help.
The site is now managed by the Historical and Artistic State property, but will probably be passed under the competence of the Maritime Demain, which will allow the Port Authority to allocate dedicated funds to a concrete valorisation project. The competence changing process is, to date, still waiting for approval.
In the meanwhile, the volunteers are ensuring the ordinary and extraordinary opening of the site during special events.
Without any supports coming from the institutions, the maintenance of the monument and its opening are very difficult. The volunteers have spent time, energies and anticipated funds to make the Lanterna enjoyable for everyone, but the incomes coming by the tickets are not enough to cover the large management costs, notwithstanding the volunteers continuing their unpaid work.