ATTIVITA’ PER LE SCUOLE

ATTENZIONE: <<<LE VISITE GUIDATE INFRASETTIMANALI SONO TEMPORANEAMENTE SOSPESE PER LAVORI IN CORSO DAL 20/07/19 E RIPRENDERANNO NEL MESE DI FEBBRAIO 2020. IL SERVIZIO DI SEGRETERIA PER INFO E PRENOTAZIONI RIMANE ATTIVO>>>

Proposta 1

Che container: rimorchiatori e ormeggiatori all’azione!

È notte! Se come gabbiani foste atterrati su una torre alta 76 metri, che cosa vedreste? All’orizzonte scorgereste grandi navi che danzano fluttuanti. Con sé trasportano colorati carichi di mistero. Si avvicinano lentamente, qualcuno grida “Terra”! Abbandonano il mare aperto per trovare rifugio nel porto. Guidati dalla luce della Lanterna e accompagnati dagli ormeggiatori fanno il loro ingresso a Genova. Benvenuti nel Laboratorio Lanterna! Avvistamenti, rumori di montacarichi, simboli e bandiere di luoghi lontani, la puzza di ferro arrugginito, spruzzi di salsedine: ecco a voi gli ingredienti per aprire la pista e iniziare a raccontare. Racconti di mare, racconti di genti, racconti di merci.

OBIETTIVI DIDATTICI

Le attività proposte all’interno del percorso laboratoriale sono ideate affinché i bambini possano apprendere le dinamiche e l’unicità del Porto, cooperando e sperimentando la loro fantasia e creatività. Ai momenti di divulgazione culturale e scientifica si alterneranno attività ludiche in cui verranno portate all’attenzione dei bambini diverse tecniche di gioco, dall’animazione teatrale alla stimolazione sensoriale, passando per prove di fiducia e costruzioni manuali.

CONTENUTI

Come faranno i giganti d’acciaio ad attraccare nel porto? Ecco che arrivano i rimorchiatori! Con grande maestria li accompagnano al molo, dove sono messi in sicurezza dagli ormeggiatori con i cavi e le bitte. Un lavoro attento e paziente. I bambini saranno invitati a ricostruire le dinamiche del porto attraverso il gioco della fiducia. Alcuni di loro verranno bendati e rappresenteranno le grandi navi portacontainer, altri si disporranno nello spazio ricreando i moli e gli edifici del porto, altri infine, così come fanno i rimorchiatori e gli ormeggiatori, dovranno guidare i bambini bendati affinché possano attraccare senza collidere con le banchine.

Cosa conterranno quelle grandi scatole di metallo colorato? Merci misteriose proveniente da tutto il pianeta! Ogni scatola-container avrà impresso un simbolo o una bandiera che permetterà di ricostruire il viaggio della merce sulle rotte mondiali. I bambini potranno cimentarsi con il riconoscimento tattile, uditivo e olfattivo di alcuni dei materiali e dei prodotti che vengono trasportati su lunga distanza attraverso le navi container. Il percorso sensoriale è studiato in modo tale da favorire l’attenzione del bambino su uno specifico senso e aiutarlo a distinguere i diversi stimoli, esprimendo le proprie sensazioni e sviluppando la memoria sensoriale.

DURATA 

Durata: 1.30 h

TARGET

Scuola dell’infanzia e primaria

A cura di: Daniele Salvo e Giovanni Ferrara in collaborazione con Legambiente Giovani Energie


Proposta 2

I falchi della Lanterna

A naso in su, con occhi attenti, li possiamo vedere sorvolare veloci il simbolo di Genova! Non sembrano i gabbiani che vivono nel porto, e neanche i soliti piccioni urbani. Ma allora che uccelli sono, gli ospiti volanti della Lanterna? Ali appuntite, piumaggio color ardesia e un cappuccio nero come quello indossato dagli antichi pellegrini. Inconfondibili: sono proprio i Falchi pellegrini. Da circa 20 anni questi affascinanti rapaci nidificano sulla parte più alta del faro. Hanno sostituito i pendii rocciosi con le pareti delle torri, delle cattedrali e di altri edifici, ecologicamente equivalenti al loro habitat naturale: il Pirellone di Milano, la cupola del Brunelleschi a Firenze, il monastero di San Giovanni a Parma. Venite a scoprire le numerose curiosità sulla biologia e sul comportamento di questo elegante uccello, record di velocità nei cieli! Partendo dalle abitudini di vita del Falco pellegrino, capiremo quali sono le caratteristiche degli ambienti urbani che permettono l’insediamento e la sopravvivenza di alcuni animali, come il piccolo geko di Torre Quezzi o i pappagalli di Piazza Portello.

OBIETTIVI DIDATTICI

Il laboratorio si propone di illustrare e valorizzare una peculiarità naturalistica presente nel cuore del porto, la cui esistenza è per molti sconosciuta, coniugandola con una componente architettonica di estrema importanza storica e culturale, simbolo di Genova. Attraverso racconti e giochi a tema, il laboratorio vuole trasmettere un messaggio particolare: osservando ciò che ci circonda, talvolta anche nei luoghi più insoliti, è possibile trovare bellezze tutte scoprire. Il metodo interattivo permette di stimolare meglio la curiosità e l’interesse dei partecipanti.

CONTENUTI

Nella prima parte del laboratorio i partecipanti scoprono l’affascinante storia dei falchi pllegrini lavorando sulle caratteristiche della specie e raccogliendo dati e informazioni con un linguaggio semplice.seconda parte coinvolge direttamente la fantasia dei ragazzi attraverso il disegno e la creazione di piccoli modellini di falchi da portare a casa.

Infine sarà possibile effettuare una visita guidata al complesso architettonico della Lanterna per comprenderne meglio la struttura, funzione, importanza storica ed attuale.

DURATA 

Durata: 1.30 h

TARGET

Scuola primaria.

A cura di: Daniele Salvo e Giovanni Ferrara in collaborazione con Legambiente Giovani Energie


Proposta 3

Dalla sabbia alla lente di Fresnel

Guida del mare notturno e punto di riferimento per tutte le imbarcazioni, la luce della Lanterna è visibile fino a 50 km grazie alla sua ottica luminosa basata sulle lenti di Fresnel. Ma che cos’è una lente? E come nasce il suo particolare vetro? I bambini ripercorreranno le trasformazioni dalla sabbia al vetro alla lente di Fresnel osservando direttamente materiali ed oggetti.

OBIETTIVI DIDATTICI

Attraverso osservazione di campioni naturali e industriali, esperimenti di fisica applicata e costruzione di modellini in scala, il laboratorio permette di comprendere il meccanismo di funzione di una  lente di Fresnel e, più in generale, avvicina i partecipanti alle caratteristiche del vetro (durezza, resistenza alla scalfitura, inerzia dal punto di vista chimico e biologico,  scarsa reattività, trasparenza alla luce visibile, buon comportamento da isolante termico ed elettrico) in modo sperimentale ed induttivo.

CONTENUTI

la prima parte del laboratorio ripercorre la storia del vetro, dalla Mesopotamia alla realizzazione su scala industriale, passando per i mosaici bizantini e gli specchi di Murano. I partecipanti, dopo aver  osservato e toccato alcuni vetri naturali come il quarzo e l’ossidiana nera e bruna, ricostruiscono il reticolo cristallino dei silicati. Successivamente sperimentano la tecnica di fabbricazione con silicio, soda e potassa e le tecniche di riciclo.

Nella seconda parte, il percorso laboratoriale focalizza l’attenzione sulle lenti, in particolare la lente di Fresnel, sperimentando la curvatura, la dimensione, la distanza focale.

DURATA

Durata: 1 h 30’

TARGET

Scuole secondarie di I e II grado.

A cura di: Daniele Salvo e Giovanni Ferrara in collaborazione con Legambiente Giovani Energie


Proposta 3

Caccia al tesoro alla Lanterna

Sulla Lanterna esistono molte favole e leggende, il laboratorio proposto dalla compagnia La pozzanghera parte da una di queste che racconta che all’interno del faro simbolo di Genova sia nascosto un favoloso tesoro, per accompagnare i bambini ed i loro genitori alla scoperta della Lanterna in una divertente caccia al tesoro, dove i protagonisti sono i ragazzi stessi che, grazie alla loro fervida immaginazione, affronteranno insieme delle prove nascoste lungo il percorso fino ad arrivare a trovare la cassa del tesoro.

OBIETTIVI DIDATTICI

Conoscere attraverso il gioco e la collaborazione il simbolo della nostra città.

DURATA

1.00 h

TARGET

Scuola Primaria

a cura della compagnia teatrale La Pozzanghera www.lapozzanghera.it


Proposta 5

Raccontami una storia

Laboratorio teatrale italiano/genovese. Un raccontatore automatico di fiabe non funziona proprio bene ed invece di raccontare favole in italiano, parla solo in genovese; ma piuttosto che raccontare una storia loro, i suoi proprietari  decidono  con l’aiuto di tutti i presenti di cercare di capire cosa il raccontatore stia narrando loro. Arriveranno così a scoprire la storia di San Giorgio ed il Drago e l’origine del vessillo di Genova, la croce rossa in campo bianco, rappresentata anche sulla Lanterna.

OBIETTIVI DIDATTICI

Scoprire l’origine dello stemma di Genova che tutt’oggi è impressa sulla  Lanterna. Approccio al dialetto genovese attraverso il gioco.

DURATA

1.00 h

TARGET

Scuola Primaria

a cura della compagnia teatrale La Pozzanghera www.lapozzanghera.it


Proposta 6

Lanterna pop-up!

Laboratorio creativo che prevede la realizzazione di un biglietto pop-up a tema, trasformabile in portafoto. Verrà utilizzata un’immagine stilizzata della Lanterna simile a una delle raffigurazioni più antiche del faro e della città e con la fantasia, i bambini potranno personalizzare il proprio biglietto, facendo diventare la Lanterna un vero oggetto di Pop-Art, con tanti colori accesi. Una volta terminato il biglietto, i bambini potranno decidere se tenerlo per sé o regalarlo.

OBIETTIVI DIDATTICI

Sviluppo della creatività e dell’educazione all’immagine. Conoscenza delle prime nozioni di storia della città.

DURATA

1.00 h

TARGET

Scuola dell’Infanzia e Primaria

a cura di Cristina Ferrari e Serena Lattanzi Un posto verde e blu


Proposta 7

Una Lanterna tutta per me

“Nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma” diceva Einstein e alla Lanterna si sperimenterà questo concetto costruendo un modellino del faro simbolo di Genova utilizzando materiale di recupero. I bambini si trasformeranno in artisti d’avanguardia e si porteranno a casa una Lanterna coloratissima che potrà essere trasformata in un salvadanaio personalizzato.

OBIETTIVI DIDATTICI

Comprensione del concetto di riciclo e dell’importanza della raccolta differenziata come segnale concreto per la salvaguardia dell’ambiente. Educazione alla sostenibilità e alla sobrietà.

DURATA

1.00 h

TARGET

Scuola dell’Infanzia e Primaria

a cura di Cristina Ferrari e Serena Lattanzi Un posto verde e blu


Proposta 8

Safari alla Lanterna!

Un modo diverso per imparare a conoscere il simbolo di Genova come dei veri e propri esploratori! Armati di cartina e indizi, i bambini andranno, divisi in gruppi, lungo il percorso del parco della Lanterna alla ricerca di oggetti, simboli e notizie sulla storia della città, del porto e del faro inevitabilmente legati l’uno agli altri. Ogni tappa raggiunta e superata verrà segnata sulla cartina con dei bollini colorati per diventare un poster a ricordo del safari da portarsi a casa e appendere in cameretta.

OBIETTIVI DIDATTICI

Conoscenza della storia della città, degli edifici e dei suoi simboli per sviluppare il senso di identità e appartenenza al luogo di nascita o di adozione. Sviluppo dell’educazione all’accoglienza.

DURATA

2.30 h

TARGET

Scuola Primaria e Secondaria di I grado

a cura di Cristina Ferrari e Serena Lattanzi Un posto verde e blu


Proposta 9

La Lanterna pest… ifera!

Laboratorio di Pesto al mortaio per conoscere storie, curiosità e la ricetta originale della salsa simbolo della tradizione culinaria genovese realizzato all’ombra del simbolo della città. Assieme al pesto i bambini realizzeranno un piccolo oggetto da portare a casa a ricordo della giornata.

OBIETTIVI DIDATTICI

Conoscenza delle tradizioni locali e del rapporto col territorio per comprendere l’importanza delle materie prime, della biodiversità e del rapporto tra prodotto locale e ambiente.

DURATA

2 h

TARGET

Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria e Secondaria di I grado

a cura di Cristina Ferrari e Serena Lattanzi Un posto verde e blu


Proposta 10

Visita Guidata

Partendo dalla passeggiata verranno approfonditi i temi più legati al simbolo di Genova: il mare, le attività portuali e il rapporto con la città. Un viaggio ideale che porterà i ragazzi fino a raggiungere la prima terrazza panoramica e osservare Genova dal punto di vista… della Lanterna!

OBIETTIVI DIDATTICI

Conoscenza della storia della città e osservazione delle pertinenze storico architettoniche e geografiche del territorio e i cambiamenti nel tempo.

DURATA

2 h

TARGET Scuola Primaria, Secondaria di I e II grado

a cura delle Guide Turistiche Locali Abilitate


Proposta 11

Visita didattica: Genova, il suo porto e il suo simbolo

Invito alla conoscenza della Lanterna, simbolo di Genova e del suo porto, con l’ausilio di una scheda didattica che andrà ad integrare le spiegazioni della guida abilitata. La storia della città concentrata lungo la passeggiata che conduce al faro e che attraversa il porto cittadino con le sue diverse facce e le diverse attività che da secoli contraddistinguono la vita del capoluogo ligure. I ragazzi scopriranno attraverso notizie e curiosità, che dietro ogni attività lavorativa, si nascondono le storie di centinaia di donne e uomini, di rotte commerciali e turistiche, di merci e oggetti per comprendere che, in fondo è un po’ anche la storia di tutti noi. Una volta arrivati alla base del Capo di Faro, o di ciò che ne rimane, la Lanterna si svelerà e si racconterà nei sui quasi 900 anni di vita!

OBIETTIVI DIDATTICI

Conoscenza della storia della città, degli edifici e dei suoi simboli per sviluppare il senso di identità e appartenenza al luogo di nascita o di adozione. Prime conoscenze delle rotte mercantili, delle filiere commerciali e delle trasformazioni delle attività portuali nel tempo.

DURATA

2 h

TARGET

Scuola Primaria e Secondaria di I grado

a cura di Cristina Ferrari Un posto verde e blu


Proposta 12

Visita guidata + attività didattica

Su richiesta è possibile organizzare la visita guidata in aggiunta a una delle attività in catalogo  partendo dalla passeggiata. Escluse proposte 8, 10 e 11

DURATA

a seconda dell’attività scelta

TARGET

Scuola Primaria e Secondaria di I e II grado

Informazioni generali e quote di adesione       

> Numero minimo di partecipanti: 20 più gli accompagnatori. In caso di gruppi di numero inferiore occorre coprire i costi per arrivare al numero minimo. In caso di numero elevato di partecipanti, il gruppo sarà diviso in due o più sottogruppi che lavoreranno a rotazione.

> Attività più salita al faro/Visita Didattica.  Quota 11€ a bambino (7€ attività+4€ ingresso museo e faro). Le classi dovranno arrivare autonomamente presso la biglietteria della Lanterna.

> Visita guidata. Quota 10€ a studente (6€ visita+4€ ingresso museo e faro). Appuntamento c/o il Terminal Traghetti.

Insegnanti gratuiti: 2 a classe più insegnante di sostegno.

La salita alla Lanterna si intende fino la prima terrazza panoramica salendo a piedi 172 gradini.

Le visite guidate sono condotte da guide turistiche in possesso di regolare abilitazione e le attività didattiche sono gestite da educatori formati e operatori museali.

In caso di Allerta Arancione o Rossa le attività vengono sospese e a seconda del periodo dell’anno, è possibile concordare una data alternativa (escluso Marzo-Aprile e Maggio).

In caso di disdetta entro le 48 ore verrà applicata una penale pari alla cifra pattuita, salvo in caso di condizioni meteo avverse.

Informazioni sul metodo di pagamento

In caso di fatturazione elettronica sarà necessario il pagamento anticipato tramite bonifico bancario specificando nella causale la data e l’attività scelte e fornendo tutti i dati richiesti. E’ anche possibile pagare in loco, in contanti.

INFO E PRENOTAZIONI: didattica@lanternadigenova.it

IL 23 SETTEMBRE DALLE 15 ALLE 18 SAREMO ANCHE QUEST’ANNO A PALAZZO DUCALE PER LA PRESENTAZIONE DI IMPARARTE. VI ASPETTIAMO